Destinazione Neapolis 2012 @ Giffoni Film Festival

Destinazione Neapolis 2012 @ Giffoni Film Festival

In collaborazione con Freakout Magazine parte la sedicesima edizione del contest dedicato ai musicisti emergenti.

Alle selezioni di DESTINAZIONE NEAPOLIS 2012 possono partecipare singoli artisti e band italiane e straniere che abbiano all’attivo sia un demo che un album con distribuzione nazionale e internazionale.

Il contest ha come obiettivo quello di selezionare 4 band (o artisti solisti) da inserire ufficialmente nella line-up del Neapolis Festival 2012 che si svolgerà a Giffoni Valle Piana (Sa) tra il 15 e il 20 luglio.

Le iscrizioni sono aperte dal 28 marzo al 9 aprile 2012, è possibile scaricare il bando su www.neapolis.it

Ci si può iscrivere inviando una e-mail all’indirizzo destinazione@neapolis.it con oggetto “iscrizione destinazione neapolis 2012”, indicando un link ad un pagina web (es. myspace, facebook, soundcloud, bandcamp, reverbnation) in cui siano presenti almeno due brani in streaming della band o dell’artista, foto e mini biografia.
E’ necessario inoltre fornire i contatti e-mail e telefonici del referente della band.

Nel mese di Maggio saranno organizzate due finali live che decreteranno i quattro vincitori che faranno parte del cast ufficiale del Neapolis festival.

www.
neapolis.it
destinazione@neapolis.it
coordinamento contest Kei Alfano 333 94 66 406

Annunci
Pubblicato in News | Lascia un commento

EPO, nuovo singolo e video in anteprima su Rollingstonemagazine.it

EPO
scarica la foto hi-res

Dal 28 marzo su Rollingstonemagazine.it anteprima del singolo “A piedi nudi sui vetri” tratto dal nuovo album “Ogni cosa al suo posto”.
Il nuovo album degli Epo uscirà a fine aprile ed è pubblicato e distribuito da Polosud records/Edel/IRD

A piedi nudi sui vetri” parla di come pian piano, senza accorgercene, scivoliamo in una vita diversa. Cambiamo e a volte non ci ricordiamo neanche più delle cose in cui abbiamo creduto, di come eravamo, delle difficoltà che abbiamo a comunicare. Parliamo di qualunque cosa ma siamo un pò tutti schiavi del “ruolo” che ci siamo attribuiti nella vita. Poi però accade che delle persone scompaiono e ci accorgiamo di aver sprecato tempo a dirci cose scontate e banali. (Ciro Tuzzi)

Il gruppo partenopeo – capitanato dal songwriter Ciro Tuzzi – anticipa con lo struggente singolo A Piedi Nudi Sui Vetri la pubblicazione del terzo album.
“A piedi nudi sui vetri” è stato registrata al “Big John” studio di Roma da Tommaso Galati  e missato da Gianluca Vaccaro presso lo studio “Terminal 2” di Roma.

Le sonorità slow-pop di
A Piedi Nudi Sui Vetri caratterizzano il sound del brano che è accompagnato dal commovente video scritto e diretto da Francesco Ebbasta dei The Jackal.

gli EPO sono:
Ciro Tuzzi: voce, chitarre acustiche, chitarre elettriche, lap steel, mandolino, guitalele, drum programming, synth.
Michele De Finis: chitarre elettriche, basso, pianoforte, treni che deragliano.
Jonathan Maurano: Batteria e percussioni.

 

 

 

La band è pronta per iniziare un nuovo tour dopo un lungo periodo di silenzio. Il nuovo album verrà presentato live in due occasioni:
28/04/2012 – Galleria Toledo – Napol
i (Presentazione Disco)

11/05/2012 – Fnac – Napol i
(Showcase)

Epo – bio
Gli Epo nascono nel 2000 dall’incontro tra la sensibilità artistica del chitarrista e autore Ciro Tuzzi e le idee del produttore e tastierista Mario Conte; l’intenzione è quella di fornire una chiave di lettura nuova ed attuale a canzoni ispirate e mai banali, nel solco della tradizione del miglior songwriting italiano, e non solo. Nell’inverno del 2002 registrano e danno alle stampe il loro disco d’esordio, Il mattino ha l’oro in bocca (Marocco music) che immediatamente s’impone all’attenzione di pubblico ed addetti ai lavori.

Nel 2003 dopo aver calcato il palco del Premio Ciampi e il terzo posto al premio Fuori dal Mucchio per il miglior album d’esordio, gli Epo scelgono di non continuare i rapporti con la casa discografica e di fondare blend’r per la quale viene ristampato il lavoro d’esordio reintitolato semplicemente Epo, a testimoniare un nuovo inizio; il disco contiene una seconda versione di “Anna” per la compilation-tributo a Lucio Battisti allegata al Mucchio Extra dell’estate 2005.

Dopo un anno e mezzo di lavoro, speso tra pre-produzione e registrazione, Silenzio Assenso viene licenziato da blend’r e distribuito Venus; le reazioni di stampa, addetti ai lavori e pubblico al disco sono ancora una volta più che positive. Il video di Sporco, primo singolo estratto, va in rotazione sui maggiori canali musicali. Il gruppo viene invitato da Alex Infascelli a firmare il divano più famoso dell’indie italiano, quello del programma Brand:new.
Ancora più fortuna riceve il videoclip del secondo singolo, In cattività. Girato tra Siviglia, Sagrès e Lisbona è spesso in rotazione su MTV, Allmusic e Rock TV. Un successo coronato dalla partecipazione degli Epo a TRL – Total Request Live, la trasmissione di maggior successo di MTV.

Dopo un’estate in tour sui palchi dei più noti festival italiani (Italia Wave, Neapolis) gli Epo sono invitati da MTV.IT a partecipare ad un live esclusivo pensato per artisti del calibro di Editors, The Styles e Cristina Donà. Nel dicembre del 2007 sempre MTV.IT pubblica la classifica internazionale dei migliori 10 dischi del 2007: A far compagnia a Radiohead, Interpol, Pj Harvey ci sono anche gli Epo.
Arriviamo al 2008: la necessità di tornare a dei suoni più scarni, ad atmosfere più intime porta alla realizzazione di un EP scaricabile in free download seguito da una serie di concerti acustici con una formazione inedita.

Attualmente gli Epo hanno terminato le registrazioni del nuovo album la cui uscita è prevista entro aprile 2012.

soundcloud.com/eponapoli/

info tour: booking@freakhouse.it

Pubblicato in News | Lascia un commento

Neapolis @ Giffoni Film Festival


Neapolis @ Giffoni Film Festival

Il Neapolis Festival trova casa!

 CONCERTO E MASTERCLASS CON PATTI SMITH

Neapolis, il Festival Rock più importante del Sud Italia e il Giffoni Film Festival leader mondiale delle manifestazioni di cinema dedicate ai giovani, per la prima volta insieme.

E’ stata siglata, infatti, una collaborazione triennale tra i due  eventi, una fusione che darà vita a una nuova e originale impostazione che rivoluzionerà il concetto di Festival.

La 42esima edizione del GFF (14-24 luglio) e la 16esima edizione di Neapolis si svolgeranno a Giffoni Valle Piana per percorrere insieme un’esperienza globale e totalizzante, che “dialogherà” con i ragazzi e le famiglie di ogni angolo del mondo.

Il primo Headliner del Neapolis Festival a Giffoni, il 19 luglio, sarà la sacerdotessa del rock PATTI SMITH, che per la prima volta durante un suo tour non solo si esibirà in un concerto ma si “fermerà” a raccontare se stessa a 360°: sulla fotografia, sulla creatività, sulla scrittura, sulla scena della musica indipendente con i giovani di Giffoni Masterclass.

Dopo Ligabue e Jovanotti, Giffoni Masterclass, la sezione speciale del festival che propone incontri con grandi personaggi dello spettacolo e della musica, offrirà ai giovani partecipanti (una “classe scelta” di ex-giurati del festival ed aspiranti attori, registi, scrittori tra i 18 e i 23 anni) la possibilità di ascoltare e dialogare con un’icona della musica rock internazionale.  

Non solo ascoltare ma anche partecipare. E’ infatti indetto un concorso DESTINAZIONE NEAPOLIS 2012, in collaborazione con Freakout magazine, a cui possono partecipare singoli artisti e band italiane e straniere.

Il contest ha come obiettivo quello di selezionare 4 band (o artisti solisti) da inserire nel programma del Neapolis Festival 2012. Le iscrizioni sono aperte dal 28 marzo al 9 aprile 2012, tutte le info dal 21 marzo su www.neapolis.it

Pubblicato in News | Lascia un commento

con la Rassegna Duel:LIVE “ó Cinemà” il duel:beat di Napoli riapre i battenti alla musica live

il duel:beat riapre i battenti alla musica live.
lo storico locale di Agnano riprende l’attività concertistica lanciando una nuova rassegna dal titolo Duel : LIVE “ó Cinemà”.

Dal 25 Febbraio 2012 la Sala2 e la Sala3 saranno protagoniste di un’ iniziativa che unirà il Cinema e la Musica dal vivo: in sala2 dalle 21.30 verranno proiettati – su schermo – film classici dell’epopea rock, mentre in sala3 dalle 23.30 in poi inizieranno i concerti.
Il pubblico potrà assistere ai film pagando una quota d’ingresso di 6€ comprensiva di consumazione e sucessivamente avrà diritto a restare nel club e godersi i concerti.
Per coloro che preferiranno assistere solo ai live invece basterà pagare un biglietto d’ingresso di €8 comprensivo di drink.

Il duel:beat da sempre è coinvolto nelle dinamiche della vita notturna cittadina, non solo attraverso il costante impegno dei vari local-promoter ma anche e soprattutto grazie a tutte le attività collaterali connesse alla realtà studentesca e universitaria che si esplicitano nelle forme aggregative più disparate e che il club di via Antiniana da sempre ospita con le migliori idee/proposte musicali che Napoli genera e che intere generazioni apprezzano come aggregazione sociale e proposta culturale.

inaugurazione della rassegna Duel : LIVE “ó Cinemà”
Sabato 25 Febbraio 2012

con THE BURLESQUE + STARFRAMES
ore 23:30 presso Sala3 ingresso 8 euro con consumazione
ore 21.30 in Sala2 proiezione del film “I Love Radio Rock” ingresso 6 euro con consumazione.
Duel:Beat: via Antiniana 2/a – Agnano (Napoli)
infoline 333.4292254

The Burlesque” è un progetto artistico nato 2009 dall’incontro di Fabio Atteo (Voce e chitarre), Eugenio Beato (Voce e chitarre) e Gianpiero LeGuyader (Batteria).
Una band nata con l’obiettivo di scrivere  canzoni all’insegna della sobrietà e del buon gusto nell’ambito di quello che possiamo chiamare ”indie-rock”. Il 2010 è un anno tumultuoso, pieno di live, specialmente nel campano, ma che vede a Febbraio la fine del rapporto artistico fra Eugenio e la band per ragioni artistiche ed il successivo cambio di bassista. Gianpiero e Fabio, presi dall’amore per la musica, dalla tenacia, e dal pensiero che ciò che si stava facendo era un qualcosa di positivo, musicalmente adatto, pensano che di certo THE BURLESQUE non sia un progetto che possa morire da un giorno all’altro. Iniziano a girare per locali di Napoli armati di sola voce, chitarra e batteria.
Il 2 Dicembre esce il loro primo Ep autoprodotto dal titolo “I was, I am, I will”.
Gli
“Starframes” sono una vecchia conoscenza della scena british rock partenopeo, tra Psichedelia e Brit Pop , gli STARFRAMES proseguono la promozione del loro “Ethereal Underground”, un disco acclamato dalla critica, e con il quale la band ha compiuto il suo salto di qualità.

IL PROGRAMMA DI MARZO


2 marzo
 – ONIRICA + guest
proiezione del film “Control”

9 marzo – KATAP presentazione album “Bullet” + Start body ends
proiezione del film “24 hours party”

16 marzo – BRADIPOS IV presentazione album “Live @ Radio KFCJ!!”
proiezione del film “Cadillac records”

23 marzo
 – DIAFRAMMA
presentazione nuovo album “Niente di serio”
+ HUMANOALIENO
presentazione album “omonimo”
proiezione del film “The Doors”

30 marzo
 – SCAN7
proiezione del film “Human Traffic”

ad aprile ospiteremo:
Il Cielo di Bagdad, Sabba e gli Incensurabili, Foja, The Collettivo,  Playmobil from Chernobyl.

Inoltre le attività della rassegna Duel:LIVE “ó Cinemà” si arricchiscono di iniziative collaterali utili a promuovere giovanissimi artisti emregenti: con la diretta TV dell’emittente televisiva NAPOLI 1 e l’associazione Dolce Tsunami verrà attivato il contest musicale “Musicmando” che per la sua seconda edizione raccoglierà iscrizioni e cd-demo per selezionare le migliori giovani proposte.

Pubblicato in News | Lascia un commento

Bradipos IV, esce “LIVE at KFJC Radio !!!”. Keep on Surfin!!!

BRADIPOSIV
scarica la foto della band in formato hi-res

ESCE OGGI IL NUOVO LAVORO DEL GRUPPO SURF PIU’ IMPORTANTE D’ITALIA.
DISTRIBUITO DA AUDIOGLOBE “LIVE at KFJC Radio !!!” E’ DISPONIBILE NEI MIGLIORI STORE ITALIANI, INOLTRE E’ POSSIBILE ACQUISTARLO ANCHE SU ITUNES.

I brani live immortalati nell’EP di nove brani sono stati registrati da Phil Dirt (vero guru della scena surf mondiale) durante lo show che i nostri eroi hanno tenuto alla Kfjc Radio di Los Altos Hill in California, US.

titolo: LIVE at KFJC Radio !!!
etichetta: FreakHouse/FullHeads
distribuzione: Audioglobe/iTunes
release date 30 gennaio 2012

richiedi il promo cd oppure il press-kit digitale

Ad agosto 2011 i casertani volano in  California per il loro primo Tour americano, dieci date da S. Francisco a S. Diego.

Durante il tour vengono chiamati dalla KFJC (storica emittente californiana di Los Altos Hill) per uno showcase live, le cui registrazioni curate da Phil Dirt, uno dei più famosi deejay di musica Surf al mondo; saranno pubblicate in cd il 30 Gennaio dalla FreakHouse records in collaborazione copn la FullHeads.
Dopo quindici anni di attività i Bradipos IV sono considerati tra i principali esponenti della musica surf-garage in Italia ed Europa.
Dal 1996 ad oggi la band ha pubblicato due album di brani originali (Instromania e Surf Session su etichetta Teen Sound e Om Om Music) ed ha partecipato a svariate compilation, con etichette indipendenti nazionali ed estere, ricevendo ottime recensioni sulle riviste specializzate  italiane (Rumore, Rockerilla, Blow Up, Mucchio Selvaggio) ed internazionali (una per tutte Maximun Rock’n’Roll), oltre che suonare in tutta Italia con qualche breve puntata anche in Germania ed Olanda.

Hanno partecipato alla colonna sonora del film L’imbalsamatore, di Matteo Garrone, e nel 2005 nell’ambito della IV edizione del Premio Toast per il MEI, hanno ricevuto una menzione speciale della giuria “per la notevole capacità di riaggiornare ad oggi certi parametri sonori sixties, percorso ben evidenziato dal brano A night on the Vesuvius”.

I BRADIPOS IV hanno partecipato alla compilation “Surfin Rock” allegata a Tribe
Magazine, curata da Dj Ringo, con storiche band come Beach Boys, Ventures, Shadows, Smash Mouth etc.
La dimensione live è quella ottimale per apprezzare il suono e la grinta  dei Bradipos IV  che nei loro infuocati show propongono pezzi originali e cover di oscure band strumentali dei primi anni sessanta alternate a classici del rock ’n’ roll.
Attualmente i Bradipos IV sono programmati di diverse stazioni radio statunitensi (Radio Rumpus Room, Dead End Radio, Dragsville, The Wayback Machine Radio Show, Walk don’t Run, KFJC).

Keep on Surfin!!!

 Selling Points:
*PHIL DIRT: è una delle principali figure di riferimento della Scena surf mondiale, sia per la sua attività di produttore che per quella di DJ.  Il suo show “SURF’S UP” alla KFJC radio comincia nel 1966 e durerà fino alla prima metà degli anni ottanta, quando cambierà nome in “Waves”, contenitore nel quale viene percorsa tutta la storia della musica surf strumentale dagli inizi fino agli anni 2000. Inoltre Phil Dirt è il principale animatore del sito REVERBCENTRAL.COM, vera e propria bibbia per tutti gli appassionati del genere (compreso il regista Tarantino),  con recensioni di gruppi provenienti da ogni parte del mondo.

*REGISTRAZIONE DEL LIVE: il live e’ stato registrato, con la supervisione di Phil Dirt; alla KFJC radio di Los Altos Hill nella Bay Area di S. Francisco, California. La KFJC è una radio indipendente che ha cominciato a trasmettere nel 1959, si occupa prevalentemente di musica indipendente e non commerciale.
All’interno delle sue trasmissioni è dedicato molto spazio alla musica di matrice sixties, per quanto riguarda il surf è una delle principali emittenti di tutta la California.
I Bradipos IV parteciperanno con un loro pezzo alla compilation che ogni anno la radio da alle stampe per finanziare le sue attività.

*TOUR CALIFORNIANO: il tutto è partito dagli organizzatori del festival surf SURFIN GUITAR 101, che si tiene dal 2006 nella Orange County in Los Alamitos, California (zona di Los Angeles), poi da li tutta la scena surf della California (con l’appoggio fondamentale di Lorenzo Surfer Joe, sito web dedicato ai gruppi surf italiani)  ha partecipato all’organizzazione delle altre date.
Il tour ha toccato le seguenbti città: Sacramento, Reno, Alameda (S. Francisco bay area), San Diego, Los Angeles, Long Beach, Los Alamitos (LA), Huntigton Beach, El Segundo (LA).

*I LOCALI AMERICANI: per i bradipi la serate più emozionanti sona state al FORBIDDEN ISLAND, uno dei Tiki Bar più famosi di tutta la California, una sorta di mecca degli appassionati di musica surf; è stata la terza serata del tour, si suonava di pomeriggio, in poche ore hanno venduto tutto il merchandising . Ad assietere al concerto c’era Phil Dirt, che poi c’ha invitato alla KFJC per registrare il live che nello stesso tempo veniva mandato in diretta sulle frequenze della radio. La seconda serata indmenticabile è stata quando i bradipi hanno suonato ad Huntigton Beach sulla spiaggia, (il posto, tra l’altro meraviglioso, è in pratica la patria dei surfisti). Il concerto era organizzato dal International Surfing Museum, prima di andare sul palco  gli organizzatori ci hanno detto che tra il pubblico era arrivato DICK DALE, cosa abbastanza strana a loro detta in quanto sembra che non frequenti molto i concerti in generale. Alla fine del concerto, ultima data del tour, lo abbiamo raggiunto, ci siamo fatti autografare le chitarre, fotografie di rito, lui ci ha fatto i complimenti ed
è andato via, in pratica ha assistito al nostro concerto e a quello di una delle band più famose d’America e quindi al mondo MESHUGGAH BEACH PARTY.

 *ABBIAMO CONDIVISO IL PALCO CON: sono stati tanti i gruppi importantissimi della scena surf con i quali abbiamo condiviso il palco durante questo tour, ma ci piace ricordare un’ artista in particolare: Dave Allan, uno dei principali innovatori nell’ uso della chitarra elettrica nell’ambito della musica strumentale (insieme a Dick Dale, Link Wray), che ha cominciato a suonare nel 1967. Queste alcune colonne sonore alle quali ha partecipato: Davie’s more recent film work includes Jim Jarmusch’s Night On Earth, Roger Corman’s Not Like Us, MTV’s Road RulesPsycho Sisters, and From Dusk ‘til Dawn, 2. plus an episode of The Sopranos in 2004, Tarantino’s Hell Ride and Inglourious Basterdsfrom 2008.
Davie’s more recent film work includes Jim Jarmusch’s Night On Earth, Roger Corman’s Not Like Us, MTV’s Road RulesPsycho Sisters, and From Dusk ‘til Dawn, 2. plus an episode of The Sopranos in 2004, Tarantino’s Hell Ride and Inglourious Basterdsfrom 2008.
Altro personaggio fondamentale è PAUL JOHNSON (abbiamo diviso il palco con lui sempre al festival SG101), membro fondatore nel 1961 dei BELAIRS, uno dei primissimi gruppi della storia del surf musica strumentale, i loro pezzi fanno parte del repertorio di qualsiasi band surf strumentale al mondo.

http://www.bradipos4.com/
http://www.myspace.com/bradipos4
https://www.facebook.com/pages/Bradipos-IV/180080195366

qui puoi leggere il diario del tour americano:
http://www.freakout-online.com/special.aspx?idspecial=164
http://www.freakout-online.com/special.aspx?idspecial=165

Pubblicato in News | Lascia un commento

Humanoalieno: debut album su CNI Music per la band casertana

HUMANOALIENO

Sarà pubblicato il 4 dicembre 2011 dalla CNI Music il nuovo album del gruppo casertano.
Il titolo della release è “Humanoalieno” ed è stato prodotto artisticamente da Cristiano Santini (Disciplinatha, Consorzio Produttori Indipendenti, Dischi del Mulo).

Tra le collaborazioni troviamo Sarah Fornito delle Diva Scarlet, Franco Spicciariello e lo stesso Santini.
Gli Humanoalieno omaggiano Enrico Ruggeri reinterpretando il famoso brano “Polvere”. Guarda qui il video ufficiale.

 

 

 

 

Le dodici tracce, che compongono l’omonimo album, spaziano tra sonorità new wave e beat anni ottanta. Chitarre graffianti per potersi dire rock, tastiere presenti in omaggio ai retaggi new wave, sezione ritmica incalzante e soprattutto voci che vanno dritte al cuore.
La cura artistica di Cristiano Santini ha dato il tocco magico rendendo il suono omogeneo per un flusso sonoro adatto al Concept dell’album: la diversità declinata da occhi non conformati, che può diventare alienazione se il panico prende il sopravvento. Le tracce del disco cantano di questa condizione paradossale in una civiltà che si pretende completamente nota, stereotipata, dai ritmi dettati dall’economia, in cui la diversità stenta ad emergere e viene sbattuta in prima pagina solo per essere esorcizzata. L’ambivalenza si fa strada nei testi, dove a volte ha la meglio l’umano, altre volte a spuntarla è l’alieno facendo emer
gere tutte le differenze e le conflittualità della società moderna.

release party
domenica 4 dicembre 2011
presso
Black Cat
via S. Chiara – Polo Regency

Caserta

dalle ore 21.30
– ingresso libero

Pubblicato in News | Lascia un commento

Esce oggi “Bullet”, terzo lavoro discografico del gruppo elektro-punk napoletano.

KATAP
clicca qui per la foto hi-res

Esce oggi “Bullet”, terzo lavoro discografico del gruppo elektro-punk napoletano.
etichetta Nut Studio&Label – distribuzione Audioglobe

ascolta qui il brano “Dream”
ascolta qui il brano “The rest of fluid”

Bullet verrà presentato nei seguenti showcase:
24.11.2011 – Sputnik – Napoli
16.12.2011- Arteria – Bologna
17
.12.2011 – Contestaccio – Roma

 

 

 

 

 

 

 

Il progetto nasce da un’idea di Fabio Di Miero, voce ed autore delle tracce e dei testi.
Katap è musica elettronica pervasa da suggestioni punk e rock’n’roll, in un orizzonte d’attesa che produce un caleidoscopico progetto aperto in cui le energie sospendono l’ascoltatore per condurlo in danze
frenetiche. Dopo varie sperimentazioni sonore, nel 2005, per l’etichetta Bustin’Loose (Planet Funk), viene prodotto il vinile 12” My Trip che contiene la traccia originale My trip più due remix. Il disco ottiene un ottimo feedback internazionale.
Nel 2007, il secondo disco, ANTIFORM, prodotto da Katap e Nut Studio di Napoli, distribuito Venus, con la hit Notorious Heart, riproposta ad oggi in vari remix, e scelta nel 2008 dal MEI (Meeting delle etichette indipendenti) come uno dei brani più rappresentativi della nuova scena musicale indipendente italiana.

Coinvolti nei live del tour Antiform, i KATAP attraversano le scene musicali italiane partecipando tra l’altro, nel 2008, al Kaleidoscope Festival di Napoli accanto ad artisti del calibro di Apparat e Schneider TM, e aprendo nel 2009 il live di Caparezza.
Bullet viene concepito, tra il 2010 e il 2011, partendo da brani sperimentati esclusivamente in live elettronici del tour Antiform.

Rispetto al precedente lavoro, Bullet segue una via più elektro-punk; le chitarre elettriche, sporche e polemiche, creano contorni più tipicamente live. L’elettronica, con i suoi synth, rimane sentinella vigile per offrire un sound dirompente nel quale il dancefloor si scontra con il fottutissimo rock’n’roll!
Il disco, prodotto da Katap e NutLabel di Napoli, distribuito da Audioglobe, esce il 14 novembre 2011.

Il progetto KATAP on stage è: Fabio di Miero (vocals, computer, synth), Massimiliano Russo (electric guitars), Domingo Colasurdo (drums), Rosario Acunto (computer, synth) e Kim, bambola gonfiabile danzante.
“Bullet” è un disco da combattimento, senza fronzoli.
Il titolo, Proiettile, mira alla possibilità di colpire l’ascoltatore attraverso musica cruda e poco sofisticata.
Il progetto grafico ha in copertina una bambola gonfiabile sgonfia, perché il proiettile colpisce tutto ciò che è falso, poco onesto e per niente naturale.

Così è la musica in Bullet. Diretta e stroboscopica. Elettronica e punk. Un proiettile magico che lancia messaggi subliminali!

Tutte le tracce sono state scritte da Fabio di Miero – Prodotto da KATAP e Nut Label presso il Nut Studio di Napoli tra il 2010 e il 2011
Produzione artistica: Rosario Acunto
Vocals, synth, computer: Fabio di Miero
Synth, computer, piano: Vinci Acunto
Electric guitars: Massimo Cordovani
Masterizzato da Davide Barbarulo presso il 20Hz20KHz Mastering Lab di Napoli

Da oggi disponibili su richiesta promo digitali.

info booking FreakHouse at booking@freakhouse.it

Origine di KATAP
Cut-up
Il nome KATAP è una trasposizione fonetica della parola inglese cut-up.
Già W. Burroughs nel saggio “La scrittura creativa”, scriveva di cut-up come di un genere letterario d’avanguardia che affonda le proprie radici nello sperimentalismo, senza però essere
un divertissement puramente intellettuale. Nasce alla fine degli anni cinquanta per travolgere gli anni sessanta. Nella sua accezione più significativa, il cut-up è un assemblaggio di ritagli, di frasi, di contenuti da cui apparentemente non poter ricavare alcun significato.
L’unione casuale di spezzati, di strutture anche già esistenti, siano esse di forma letteraria o di
altra natura, determina una seconda fase, più intuitiva e recettiva, durante la quale i fruitori
del prodotto, ognuno secondo un procedimento diverso, provano a dare un significato a ciò che
leggono, che osservano, che ascoltano.
Tale procedimento è alla mercé della più libera creazione, svincolata da schematismi e
strutture prestabilite; da ciò ne è stimolata la ricerca, l’associazione di idee, di concetti, di
formule che se ne ricavano.
Il fruitore del prodotto può “slittare” ed essere, a sua volta, l’autore di ciò che, per sua
intuizione, coglie ed elabora.
Nel campo musicale, il progetto KATAP ha come caratterizzazione soprattutto un’insieme di
attitudini che non si riducono ad un genere specifico, bensì acquisiscono diversi significati in
diversi contesti.

Pubblicato in News | Lascia un commento