il 14 novembre esce il terzo album dei KATAP dal titolo Bullet su etichetta Nut Studio/Audioglobe

KATAP
il 14 Novembre 2011 esce Bullet”, terzo album del gruppo elektro-punk napoletano.
su etichetta Nut Studio&Label – distribuzione Audioglobe

Il progetto nasce da un’idea di Fabio Di Miero, voce ed autore delle tracce sonore e dei testi.
Katap è musica elettronica pervasa da suggestioni punk e rock’n’roll, in un orizzonte d’attesa che produce un caleidoscopico progetto aperto in cui le energie sospendono l’ascoltatore per condurlo in danze
frenetiche. Dopo varie sperimentazioni sonore, nel 2005, per l’etichetta Bustin’Loose (Planet Funk), viene prodotto il vinile 12” My Trip che contiene la traccia originale My trip più due remix. Il disco ottiene un ottimo feedback internazionale.
Nel 2007, il secondo disco, ANTIFORM, prodotto da Katap e Nut Studio di Napoli, distribuito Venus, con la hit Notorious Heart, riproposta ad oggi in vari remix, e scelta nel 2008 dal MEI (Meeting delle etichette indipendenti) come uno dei brani più rappresentativi della nuova scena musicale indipendente italiana.
Coinvolti nei live del tour Antiform, i KATAP attraversano le scene musicali italiane partecipando tra l’altro, nel 2008, al Kaleidoscope Festival di Napoli accanto ad artisti del calibro di Apparat e Schneider TM, e aprendo nel 2009 il live di Caparezza.
Bullet viene concepito, tra il 2010 e il 2011, partendo da brani sperimentati esclusivamente in live elettronici del tour Antiform.
Rispetto al precedente lavoro, Bullet segue una via più elektro-punk; le chitarre elettriche, sporche e polemiche, creano contorni più tipicamente live. L’elettronica, con i suoi synth, rimane sentinella vigile per offrire un sound dirompente nel quale il dancefloor si scontra con il fottutissimo rock’n’roll!
Il disco, prodotto da Katap e NutLabel di Napoli, distribuito da Audioglobe, esce il 14 novembre 2011.
Il progetto KATAP on stage
è: Fabio di Miero (vocals, computer, synth), Massimiliano Russo (electric guitars), Domingo Colasurdo (drums), Rosario Acunto (computer, synth) e Kim, bambola gonfiabile danzante.

Bullet” è un disco da combattimento, senza fronzoli.
Il titolo,
Proiettile, mira alla possibilità di colpire l’ascoltatore attraverso musica cruda e poco sofisticata.
Il progetto grafico ha in copertina una bambola gonfiabile sgonfia, perché il proiettile colpisce tutto ciò che è falso, poco onesto e per niente naturale.
Così è la musica in Bullet. Diretta e stroboscopica. Elettronica e punk. Un proiettile magico che lancia messaggi subliminali!

Tutte le tracce sono state scritte da Fabio di Miero – Prodotto da KATAP e Nut Label presso il Nut Studio di Napoli tra il 2010 e il 2011
Produzione artistica:
Rosario Acunto
Vocals, synth, computer: Fabio di Miero
Synth, computer, piano:
Vinci Acunto
Electric guitars:
Massimo Cordovani
Masterizzato da Davide Barbarulo presso il 20Hz20KHz Mastering Lab di Napoli

Da oggi disponibili su richiesta promo digitali.

info booking FreakHouse at booking@freakhouse.it

Origine di KATAP
Cut-up
Il nome KATAP è una trasposizione fonetica della parola inglese cut-up.
Già W. Burroughs nel saggio “La scrittura creativa”, scriveva di cut-up come di un genere letterario d’avanguardia che affonda le proprie radici nello sperimentalismo, senza però essere
un divertissement puramente intellettuale. Nasce alla fine degli anni cinquanta per travolgere gli anni sessanta. Nella sua accezione più significativa, il cut-up è un assemblaggio di ritagli, di frasi, di contenuti da cui apparentemente non poter ricavare alcun significato.
L’unione casuale di spezzati, di strutture anche già esistenti, siano esse di forma letteraria o di
altra natura, determina una seconda fase, più intuitiva e recettiva, durante la quale i fruitori
del prodotto, ognuno secondo un procedimento diverso, provano a dare un significato a ciò che
leggono, che osservano, che ascoltano.
Tale procedimento è alla mercé della più libera creazione, svincolata da schematismi e
strutture prestabilite; da ciò ne è stimolata la ricerca, l’associazione di idee, di concetti, di
formule che se ne ricavano.
Il fruitore del prodotto può “slittare” ed essere, a sua volta, l’autore di ciò che, per sua
intuizione, coglie ed elabora.
Nel campo musicale, il progetto KATAP ha come caratterizzazione soprattutto un’insieme di
attitudini che non si riducono ad un genere specifico, bensì acquisiscono diversi significati in
diversi contesti.

Annunci
Pubblicato in News | Lascia un commento

al duel:beat di Napoli arrivano i LACUNA COIL: per la prima volta un esteso tour italiano!

LACUNA COIL
in concerto
25 Ottobre 2011
presso duel:beat – sala1
inizio concerto ore 21.30
ingresso € 25,00+ d.p.
prevendita attiva sul circuito Ticket One e Go2.it

I Lacuna Coil per festeggiare il decimo lavoro discografico (tra Ep, demo e best of), hanno pianificato per la prima volta nella loro storia un esteso tour italiano. Cristina Scabbia e Co. si esibiranno in otto date in tutta la penisola, toccando anche piccoli club dove di solito è difficile vedere un loro show.
Il nuovo singolo dal titolo “Trip The Darkness”, che uscirà in versione digitale il 17 Ottobre, anticipa il nuovo album che invece è intitolato “Dark Adrenaline” e uscirà il 24 gennaio 2012 per Century Media Records
.

I Lacuna Coil sono:
Cristina Scabbia – Vocals
Andrea Ferro – Vocals
Marco Coti Zelati – Bass
Cristiano Migliore – Guitars
Marco ‘Maus’ Biazzi – Guitars
Cristiano ‘CriZ’ Mozzati – Drums

I Lacuna Coil saranno accompagnati in tour da uno special guest che verrà annunciato a breve.


Pubblicato in News | Lascia un commento

update: nuovi concerti degli artisti del roster FreakHouse records & booking

 

 

 

 

 

seguici cliccando “mi piace” qui www.facebook.com/freakhouserecordsbooking

IL NUOVO ROSTER DI FREAKHOUSE RECORDS & BOOKING:
Bradipos IV calendario aperto
Retina.it calendario aperto
Ballads calendario aperto
Redroomdreamers calendario aperto
When the Clouds calendario aperto
Songs For Ulan calendario aperto
Barbara Morgenstern
Tujiko Noriko 

LE NUOVE DATE DEGLI ARTSTI DEL NOSTRO BOOKING:

Bradipos IV
07.10.2011 Sud – Caserta

Ballads
06.10.2011 Kestè Dinner – Pozzuoli (Na)

13.10 Taverna Andaluna – Cava dei Tirreni
22.10 Jarmush – Caserta

28.10.2011 – Negroni Lounge bar – Marina di Camerota (Sa)
03.11.2011 – Doria 83 – Napoli

When the Clouds
08.10.2011 – Marte – Cava dei Tirreni (Sa)

Redroomdreamers
14.10.2011 – Lido 3 Conchiglie – Agropoli (Sa)
19.04.2012 – Tbc – Rocketta light Sicilia
20.04.2012 – Tbc – Rocketta light Sicilia
21.04.2012 – Tbc – Rocketta light Sicilia
22.04.2012 – Tbc – Rocketta light Sicilia
23.04.2012 – Tbc – Rocketta light Sicilia
24.04.2012 – Tbc – Rocketta light Sicilia
25.04.2012 – Tbc – Rocketta light Sicilia

Songs For Ulan
11.11.2011 – 3 conchiglie pub – Agropoli (Sa)
17.11.2011 – Doria 83 – Napoli
13.01.2012 – tbc – Sicilia
14.01.2012.- tbc – Sicilia
15.01.2012 – tbc – Sicilia

Contatti
info@freakhouse.it
booking@freakhouse.it
Achille Iannucci – cell.+39 338 8012934
Giulio Di Donna – cell.+39 339 5840777

Freakhouse records & booking è una nuova agenzia di booking e produzione che nasce dall’incontro tra lo staff di Labile Booking e Freakout srl nota realtà partenopea di promozione artistica del panorama musicale nazionale.
L’intento principale di questa nuova realtà è fornire, alle band del circuito musicale indipendente Italiano e internazionale, uno strumento che li accompagni in maniera attiva nel loro percorso di crescita artistica.
Avvalendosi dell’esperienza maturata negli anni dai suoi operatori, FREAKHOUSE metterà a disposizione degli artisti, che riterrà meritevoli e affini al suo modo di intendere la musica, la possibilità di usufruire di un valido supporto nelle fasi di gestione, comunicazione e promozione dei loro progetti.
Freakhouse records & booking non è altro che un ulteriore servizio messo a disposizione delle band che andrà ad arricchire i già numerosi servizi (management – ufficio stampa – promozione etc.) che Freakout srl fornisce da anni con professionalità e dedizione, dando cosi la possibilità alle band di avvalersi di una struttura che li segua a 360 gradi o solo in parte nella loro esperienza artistica.
Mini bio degli artisti Freakhouse:

BRADIPOS IV (da Caserta – Teen Sound, Om Om Music)
La storia dei Bradipos IV ha inizio verso la fine degli anni ’80 a Caserta.
Da quel momento in poi si dedicano alla ricerca di suoni ed atmosfere 60’s e 70’s. Esce subito il primo 7” della band (“Beach Fool” per la Killyourself Punkarrecords di Parma, le cui copie andranno in distribuzione anche all’estero con la ESTRUS, la 1+2 e la Screaming Apple).Tra il 1998 e il 1999, il gruppo suona ancora dal vivo, in giro per l’Italia, i concerti più rappresentativi sono le partecipazioni ai Festival della scena Surf-Beat-Garage italiana (Festival Beat, Bus’one 60’s party, ecc.). Successivamente i Bradipos, oltre che accumulare un gran numero di esperienze dal vivo, escono con altri due vinili: il 7” “Go Surf!!” (split con gli Scriteriati) per la Teen Sounds di Roma e la Compilation “Themes for Bathing Beauties” sempre per la Teen Sounds.  In questo periodo, nell’occasione di un loro concerto romano, la band entra in contatto con la OMOM Music, etichetta indipendente romana che ha l’intento di produrre solo ed esclusivamente musica sixties and seventies; stampano il loro primo album “INSTROMANIA” che viene recensito da riviste e fanzine sia italiane (Blow Up, Rockerilla, Mistylane, ecc.) che estere (Pipeline U.K., Shredding Paper U.S.A., Mosciable, ecc.). Tra il 1999 e il 2000 la band suona ancora girando l’Italia in lungo e in largo (isole comprese) e partecipa ancora a due compilation:, “That’s new pussycat, Surf tribute to Burt Bacharach” – OmOmusic (Italy) e “Chinese Checkers” – Wildebeest Records (USA), quest’ultima un tributo ai brani di Booker T. Jones. Nel marzo 2001 il gruppo registra la colonna sonora al cortometraggio indipendente “Pantere Blu”, girato da Gian Carlo Mazzaro e attualmente in distribuzione in Francia.Nell’aprile 2001 i Bradipos IV, contattati da un tour promoter olandese, Arnold Vinkeles, partono per una prima tourné all’estero. Le maggiori città toccate dal tour sono Arnhem, Dessau, Lipsia, Norimberga, Kassel, Dresda ed altre. In luglio dello stesso anno aprono la prima edizione del “Beat Fever Festival” di Verona, organizzato dai Fog Surfers. Il Festival ha visto fra i suoi ospiti Lighting Beat Man e i Miracle Workers. Nei primi di novembre partecipano alla colonna sonora del film L’imbalsamatore, del regista romano Matteo Garrone, con il brano Mad samoan. Il lungometraggio, prodotto dalla Fandango Film è stato presentato fuori concorso all’edizione del Festival di Cannes del 2002.Nei primi giorni del 2002 esce “American Graffiti. A surf tribute” per la OMOM Music, una comp doppia che ripropone tutti i brani del celebre film riarrangiati in chiave surf da gruppi della scena nazionale ed internazionale e che ovviamente include i Bradipos con il brano Come and go with me. Nel febbraio 2002 esce un’altra partecipazione dei Bradipos nella compilation mini CD “Pizza & Sushi”, ancora per la OMOM di ROMA.Nel gennaio 2003 viene pubblicato “Western’ soundtracks of Ennio Morricone: A tribute” per il discografico statunitense Larry White. In partcolare quest’ultima comp vede tra i partecipanti nomi celebri della scena Surf internazionale tra cui: Davie Allan, Bambi Molesters, Penetrators ,Cadillac Hitmen, 50 Foot Combo, Hellbenders, Pablo Herrera (Los Relampagos), Irreversible Slacks, Langhorns, MiGs, Pollo del Mar e molti altri.
In novembre 2004, nell’ambito della quarta edizione del “Premio Toast per il MEI”, i Bradipos IV hanno una mensione speciale della giuria con la segeuente motivazione: “per la notevole capacità di riaggiornare ad oggi certi parametri sonori sixties, percorso ben evidenziato dal brano A night on the Vesuvius”. Il “Premio Toast per il MEI 2004”. Nel 2005 esce il secondo album della band “Surf Session” per la Teen Sounds di Roma e nel 2006 viene pubblicata una compilation tributo per l’etichetta statunitense Golly Gee Records dedicata a Richie Allen che vede la partecipazione dei Bradipos IV con il brano Room 304. Attualmente la band dopo 13 anni di attività continua ad esibirsi live in tutta Italia e a Novembre 2011 – dopo un lungo tour in California (Usa) pubblicheranno un album live e saranno pronti per ripartire in tour.
http://www.bradipos4.com/

BALLADS (da Napoli)

Francesco Di Bella (24 Grana) alla voce e Alfonso Bruno (Nani Sordi, Hardogs, Songs For Ulan) alla chitarra in un percorso di ricerca culturale attraverso le tante sfaccettature del cantautorato rock. Lo stile acustico spoglia piccoli gioielli “minori” di grandi e piccoli songwriters in un minimalismo da intima seduta di scrittura e le canzoni vengono proposte nei loro elementi più semplici: accompagnamento/melodia/parole. Gli autori vanno da grandi firme come Elvis Costello e Paul Weller, a eroi ancora da scoprire come Elliot Smith e Jason Molina, a veri e propri “classici” underground come Born to loose (Heartbreakers) e Ever fallen in love (Buzzcocks). La sensibilità di scrittura di Francesco Di Bella incontra così l’interpretazione, e ne nasce un confronto di stile e ispirazione con la riproposizione nella stessa chiave di brani dell’autore napoletano. Così la periferia di Napoli diventa quella di New York ,di Boston, di Chicago. Le voci e le melodie si fondono in un presente senza tempo dove trasversalmente si raccolgono echi di new wave inglese e alt-country americano, che come schegge lasciano aperte ferite e domande sul futuro della vera canzone pop perfetta.

RETINA.IT (da Pompei (Na) – Hefty, FlatMate Music)
Il progetto Retina.it è Lino Monaco e Nicola Buono. Dalle ceneri dei Qmen (con il dj Rino Cerrone) prende vita il progetto Retina.it . A tre anni dall’uscita dell’album “Semeion”, Retina.it torna alla ribalta con la pubblicazione di “Randomicon” (Storung Records), frutto di un imponente lavoro di sperimentazione su synth modulari in gran parte autocostruiti da Nicola Buono. Il titolo “Randomicon” vuole essere una sorta di tributo alla teoria del “caso” che ha determinato l’origine dell’universo.CosÏ come la vita nasce si evolve attraverso innumerevoli combinazioni possibili, anche la musica di Retina.it segue l’onda elettrica in un percorso istintuale fino ad approdare alla forma definitiva. L’album uscirà in tiratura limitata di 500 copie , ed ogni singola cd avrà sul fronte un anagramma diverso frutto della combinazione delle lettere del titolo e di retina.it.Il layout è stato sviluppato dai grafici di AP-AA. La musica del duo di Pompei incanta da subito la Hefty Records di Chicago, che decide di pubblicare il loro LP d’esordio “Volcano.Waves 1-8” (2001); seguono alcuni 12inch ed un EP In attesa di pubblicare il loro nuovo lavoro, Retina.it compare, con brani spesso inediti, in varie compilations, tra cui “Recycling Buzz” per l’etichetta francese Amanita Records, “Batofar Cherche líItalie”, istantanea curata dal Batofar di Parigi sulla scena underground italiana, e le due raccolte della Hefty “Immediate Action” e “Sample This” (allegato alla rivista The Wire). Si cimentano, inoltre, in remix (rielaborano “La Gatta Mammona” per i 99 Posse) e collaborazioni, tra cui quella con i DRM e con i Nous (progetto di musica elettronica composto da Marco Messina e Maria di Donna dei 99 Posse), in un un pezzo per la colonna sonora dello spettacolo teatrale “La Tempesta” di Sheakspeare con la regia di Giancarlo Cauteruccio (La tempesta, BMG/Novenove 2003). Il duo incontra Marco Messina (99 Posse), ed insieme danno vita nel 2003 ad una propria label, Mousikelab, che pubblica nello stesso 2003 “Opinio Omnium“, primo lavoro dei Resina, sintesi dei nomi Retina.it – Messina, nonche’ nome di una delle piu’ antiche localita’ campane. Il 2004 invece è l’anno della pubblicazione del loro secondo album “S/t” sempre su Mousikelab, e nel novembre dello stesso anno il duo si reca negli USA per un minitour Hefty con TelefonTelAviv e L’Altra. Nel Luglio del 2005 i Resina, aprono il concerto dei Kraftwerk al Neapolis Nell’aprile del 2006 partecipano ad uno degli eventi per celebrare il decennale della Hefty Records a Berlino , insieme a T.Raumshmiere, Slicker, Eliot Lipp. Per l’occasione Hefty pubblica 3 cds dal titolo “History Is Bunk Vol.1+2” e “10 Years Hefty Digest” , con ospiti quali R.Sakamoto, H.Hosono, Jan Jelinek, Prefuse 73, J.Edgar e Retina.it , che contribuisce al progetto con “Anticamera Dei Dubbi”, un brano inedito, “Agni” tratto da Volcano Waves e “Machinaw Peeper Division” , traccia composta con Slicker e Sts9 . In maggio dello stesso anno la prima pubblicazione di un mini ep disponibile solo in download digitale via iTunes e l’invito da parte di Hefty Records a partecipare allo showcase dell’etichetta in occasione della 13™ edizione del Sonar Festival 2006. Nel giugno del 2007 esce “Semeion” , una collezione di lavori passati e recenti,tra cui l’ep digitale pubblicato da Hefty. Nello stesso mese il duo raggiunge a Chicago John
Hugues III, boss della Hefty, per dar vita ad un nuovo progetto denominato Brood che sarà terminato nel 2008. Tra il 2009 ed il 2010 il duo e’ invitato a collaborare con la classe del conservatorio di Avellino, con cui si cimenta nella manipolazione e ricontestualizzazione di due opere classiche, ” Chamin De Fer” di Pierre Schaeffer, e alcuni madrigali di Carlo Gesualdo.Il lavoro viene presentato in occasione dei festival “Flussi 2009” e “Sentieri Barocchi” nel 2010. Durante la sua carriera, Retina.it ha avuto l’onore di condividere il palco con molti performers internazionali tra i quali ci piace ricordare Kraftwerk, Plaid, Alva Noto, Frank Bretschneider,Rechenzentrum, Pole, Apparat,Biosphere, Matmos,TAoki Takamasa e molti altri.
http://www.retinait.com

SONGS FOR ULAN (da Sorrento [Na] – Stoutmusic/distribuzione iTunes-Audioglobe)
Songs for ulan “AKA Pietro de Cristofaro” è un progetto elettroacustico che coinvolge pochi amici musicisti della scena indipendente italiana, come Cesare Basile (anche produttore), Francesco Cantone e Tazio Iacobacci (Twig Infection, Tellaro). L’album d’esordio uscito nel 2004 ottiene lusinghieri giudizi, così come i relativi “live sets”. Così nel 2006, sulla scia dei successi ottenuti con il precedente ed omonimo disco esce il nuovo album “You must stay out”, più lungo e più pensato, forse. Stesso team, più Hugo Race che suona e canta da qualche parte. Nel 2011 dopo una lunga pausa torna con un nuovo disco ”The globe has spun and we’re all gone” più potente e accattivante del solito nei suoni e di nuovo stesso produttore artistico e stessa band a supportarlo in un nuovo tour che si prospetta molto coinvolgente.
http://www.myspace.com/songsforulan

REDROOMDREAMERS (da Napoli – HappyMopy records/Audioglobe)
Nuova realtà rock napoletana al primo album. 12 brani, 12 canzoni, nella forma più pura dell’indie rock, sospese tra cameretta e palco. Il resoconto di un pezzo di vita: felicità, disperazione, rabbia, amore. Il songwriter di Smog, Beck e American Music Club fuso nell’urgenza dei 90’s; verità e passione che ad ogni ascolto vi legheranno sempre più a questo debutto ricco di immagini suggestive  e velate sfumature.
www.myspace.com/redroomdreamers

WHEN THE CLOUDS (da Salerno – Drifting Falling/distribuzione mondiale)
When The Clouds è il solo project del musicista, produttore Francesco Galano.
Progetto nato dall’esigenza di dar vita ad una sintesi del suo percorso musicale iniziato già in adolescenza con la collaborazione con diverse band.
Nel 2009 firma con l’etichetta statunitense Drifting Falling per la pubblicazione del suo debut EP dal titolo “The Longed-For Season”,e dito da Fridge Italia e distribuito in italia da GoodFellas, negli States da Darla ed in Giappone da P*Dis. L’album ottiene ottime recensioni sia sulla stampa nazionale che estera ed ora attende solo di ottenere la giusta consacrazione nel live.
www.whentheclouds.com

 ROSTER/RESTO DEL MONDO

BARBARA MORGENSTERN (Germania – Monika Enterprise)
La carriera solista di Barbara Morgenstern giunge a compiere dieci anni con il rilascio di un album passato in sordina fra gli appassionati nel 2008. Fin dalla pubblicazione, sul finire del 1997, del primo mini-album intitolato “Plastikreport”, l’artista ha sviscerato una materia trasversale, mescolando inclinazioni di tipica matrice tedesca (techno) con la sopraffina precisione del pop maturo dei grandi autori europei. Capaci di attraversare tendenze assorbendone le qualità, per poi abbandonarle subito dopo, le sue produzioni si sono distinte per una continua ricerca melodica, ritmica e tonale. La sua voce, attorniata da suoni secchi e concisi, riesce nell’impresa di far risultare piacevole il cantato in tedesco, usualmente non molto apprezzato al di fuori degli appassionati della lingua teutonica. Un’ugola dolce, minuziosa, a tratti perfino presuntuosa nella sua ricercatezza.
http://www.barbaramorgenstern.de

TUJIKO NORIKO (Giappone – Tomlab/Fat Cat/Mego/Nature Bliss)
Tujiko Noriko, artista giapponese da qualche anni residente a Parigi, è stata da più parti definita come la Bjork del Sol levante: meno leziosa ma ugualmente personale nell’approccio appassionato al cantato, fonde con estrema naturalezza suoni digitali e “forma-canzone”. Il suo ultimo disco, From Tokyo to Niagara (Tomlab) è una raccolta di “electro-poesie” e “ninnananne digitali” in cui  la materia prima, la voce, subisce le più inusitate trasformazioni senza perdere le sue caratteristiche liriche, anzi allargandole.Tujiko vive in un mondo musicale tutto suo, che per una volta sarete invitati a visitare.
http://www.tujikonoriko.com/

Nelle passate esperienze abbiamo Lavorato con:
24 Grana, Milaus, Pecksniff, Atari, Gentlmen’s Agreement, The Collettivo, A Toy’s Orchestra, Feldmann, Settlefish, Fine Before You Came, My Awesome Mixtape, The Death of Anna Karina, Comaneci, Amycanbe, Musica da Cucina, Fake p, København Store, Le Man Avec Les Lunettes, El Alieno, Valderrama 5, Cut, Julie’s Haircut, Milk White, Silver Rocket etc. etc.

Pubblicato in News | Lascia un commento

24 Grana: ripartono con il tour autunnale. i 24 Grana finalisti al Premio Tenco e altre novità!

24 GRANA

Termina il tour estivo. il Primo Ottobre Ultima data a Napoli:
il festival Precaria e l’anniverasario delle “4 Giornate di Napoli”.
i 24 Grana finalisti al Premio Tenco 2011.
L’album “La stessa barca” versione vinile 180gr. premiato al DiscoDays/Music Forum.
La band presente nella doppia compilation Neapolis festival edita dalla Columbia/Sony.
Napoli Film Festival 2011: nella sezione
“SchermoNapoli” in concorso il corto tratto dal testo del brano “Epitaph” (dall’album Metaversus), il mini film è girato dai videomaker Marco Duello e Marco D’Itria. Presso Castel S. Elmo dal 13 al 18 ottobre.
Prestigioso: iTunes dedica una sezione alla musica napoletana classica e tra le nuove leve ci sono i grana.

Dopo ventidue live estivi che hanno portato i 24 Grana ad esibirsi in tutta Italia, la band, capitanata da Francesco Di Bella, torna a calcare i palchi di Napoli.

Mercoledi 28 Settembre
dalle 20.00 a ingresso gratuito
NAPOLI @ Maschio Angioino, anniversario delle “4 giornate di Napoli
24 Grana mini set acustico

Sabato 01 Ottobre
dalle ore 21.30 – ingresso € 5,00
24 Grana in concerto
Precaria festival
presso Facoltà di Architettura
Palazzo Gravina, Via Monteoliveto 3 NAPOLI

Di seguito il calendario in aggiornamento dei prossimi concerti autunnali:

21.10 Bologna @ Arteria + mini set acustico presso locanda Zammù
12.11 Seregno (Mb) @ Tambourine

L’edizione 2011 del Premio Tenco, storica rassegna della canzone d’autore, in programma al Teatro Ariston di Sanremo dal 12 al 14 novembre; vede anche i nostri 24 Grana in lizza per l’assegnazione della Targa Tenco con l’album “La Stessa Barca“.
I premi sono assegnati dal Club Tenco e da una giuria di circa 200 giornalisti il cui voto avviene in due fasi. Con la prima, appena svoltasi, vengono selezionati i 5 finalisti per ogni sezione: “Album in assoluto dell’anno”, “Album in dialetto”, “Opera prima”, “interpreti di canzoni non proprie”; mentre la seconda, che si terrà nei prossimi giorni, procla direttamente il vincitore di ogni sezione.
La band capitanata da Francesco Di Bella partecipa alla finale nella sezione “Album in dialetto”.

Per la prima volta a DiscoDays sarà consegnato il premio “il Microsolco“:
riconoscimento esclusivo per la realizzazione e la distribuzione di un’ambiziosa produzione musicale in vinile, dal deciso intento di promuovere la diffusione e l’ascolto di questo unico ed insostituibile supporto.
Il 9 Ottobre alle 17.30 sarà attribuito ai 24 Grana il premio per l’album “La stessa barca”.
L’album della band napoletana, edito da Sintesi 3000/La Canzonetta e distribuito da Self, è stato registrato  interamente in analogico presso gli studi “Electrical Audio” di Chicago da Steve Albini ed è stato pubblicato in versione LP 180 gr con la bonus track “Chiudo cu’ tte“.

DiscoDays + Music Forum
VII Edizione Fiera del Disco e della Musica
Teatro Palapartenope – Napoli
sabato 8 e domenica 9 ottobre 2011
www.discodays.it

1997-2011. Il Neapolis Festival compie 15 anni.
Il più famoso festival estivo del Sud Italia celebra i 15 anni di attività e la Columbia/Sony celebra l’evento con una doppia pubblicazione.
La compilation Neapolis Festival avrà una doppia pubblicazione con due metodi di distribuzione: un primo assaggio sarà disponibile in allegato al mensile XL uscito il 31 Agosto 2011 con un cd di 18 tracce.
Mentre, a partire dal 6 Settembre 2011 la versione doppia, con ben 30 tracce, sarà disponibile in tutti i migliori negozi di dischi.
i 24 GRANA partecipano ad entrambe le versioni con il brano “Cenere” estrapolato dall’ultimo album “La stessa barca”.

Da qualche settimana lo staff italiano di iTunes ha annuncitoa un’altra importante novità per il più grande aggregatore di musica liquida.
Nasce una sezione di musica Napoletana, una dedica alla cultura del nostro Paese. Dal remoto “Canto delle lavandaie del Vomero”, anno 1200 circa, all’aggressività dei 24 Grana, una playlist lunga otto secoli.
Per la band di Francesco Di Bella è un onore essere annoverati tra i protagonisti della nuova era della musica di Napoli.
Dal “classico” Roberto Murolo al più sanguigno Mario Merola, dal “maestro” del canto popolare Sergio Bruni allo “scugnizzo” Nino D’Angelo. La tradizione melodica vive anche nelle contaminazioni rock e dub delle band più giovani come, appunto, i 24 Grana.
http://www.24grana.it/
http://www.myspace.com/24grana
http://www.facebook.com/24grana

Pubblicato in News | Lascia un commento

24 GRANA, il tour estivo della band napoletana fa tappa a Pompei (Na) presso lo spazio multiculturale Pompeilab.

Dopo venti live estivi che hanno portato i 24 Grana ad esibirsi in tutta Italia, la band, capitanata da Francesco Di Bella, torna a calcare i palchi di Napoli dopo lo straordinario sold-out di giugno in occasione dell’Anteprima Neapolis Festival 2011 presso l’Acciaieria Sonora di Bagnoli.
Domenica 11 Settembre
dalle ore 21.00 – ingresso € 6,00
24 Grana in concerto
presso Pompeilab
via Astolelle Area Ex Depuratore (Pompei – Na)
www.pompeilab.com/

Di seguito il calendario aggiornato dei prossimi concerti estivi:

03.09 CERIGNOLA (FG) @ Ex Opera
09.09 CASERTA @ CASERTA ROCK FESTIVAL
10.09 BEINASCO (TO) @ SUONI URBANI

1997-2011. Il Neapolis Festival compie 15 anni.

Il più famoso festival estivo del Sud Italia celebra i 15 anni di attività e la Columbia/Sony celebra l’evento con una doppia pubblicazione.

La compilation Neapolis Festival avrà una doppia pubblicazione con due metodi di distribuzione: un primo assaggio sarà disponibile in allegato al mensile XL uscito il 31 Agosto 2011 con un cd di 18 tracce.
Mentre, a partire dal 6 Settembre 2011 la versione doppia, con ben 30 tracce, sarà disponibile in tutti i migliori negozi di dischi.

i 24 GRANA partecipano ad entrambe le versioni con il brano “Cenere” estrapolato dall’ultimo album “La stessa barca”.

Da qualche giorno lo staff italiano di iTunes ha annuncitoa un’altra importante novità per il più grande aggregatore di musica liquida.
Nasce una sezione di musica Napoletana, una dedica alla cultura del nostro Paese. Dal remoto “Canto delle lavandaie del Vomero”, anno 1200 circa, all’aggressività dei 24 Grana, una playlist lunga otto secoli.
Per la band di Francesco Di Bella è un onore essere annoverati tra i protagonisti della nuova era della musica di Napoli.
Dal “classico” Roberto Murolo al più sanguigno Mario Merola, dal “maestro” del canto popolare Sergio Bruni allo “scugnizzo” Nino D’Angelo. La tradizione melodica vive anche nelle contaminazioni rock e dub delle band più giovani come, appunto, i 24 Grana.

Dopo la terza ristampa del CD “La Stessa Barca”, il 16 maggio è uscita la versione in vinile 180 Gr. in edizione limitata del nono album dei 24 Grana, edito da La Canzonetta/Sintesi3000 e distribuito da Self.
L’ellepì contiene un brano inedito dal titolo “Chiudo cu’ tte”.
Il disco è stato registrato durante il mese di agosto 2010 presso gli studi “Electrical Audio” di Chicago da Steve Albini (ingegnere del suono che non ha bisogno di presentazioni, già a lavoro con artisti come Nirvana, Pixies, PJ Harvey, Robert Plant, The Stooges, Mogwai, Gogol Bordello, Jon Spencer Blues Explosion, Motorpsycho, Wire e tantissimi altri), e masterizzato presso i Chicago Mastering Studios di Bob Weston. Un disco registrato interamente in analogico, praticamente in presa diretta, il cui intento principale è quello di “catturare” l’incredibile energia che da sempre i 24 Grana riescono a generare sul palco.
Un disco “senza fronzoli”, in cui è valorizzato al massimo, senza ausilio di “effetti speciali” di alcun tipo, il personalissimo sound della band, che contamina, in maniera eclettica e sempre sorprendente, influenze disparate: dalla new wave al dub, dal folk più classico e vicino alla tradizione all’immediatezza del rock’n’roll e del post-punk.


in allegato foto di
Chiara Mirelli:


Pubblicato in News | Lascia un commento

1997-2011. Il Neapolis Festival compie 15 anni.

Il più famoso festival estivo del Sud Italia celebra l’anniversario con una compilation esclusiva.

Lo staff organizzativo (Sigfrido Caccese, Emanuela De Marco, Giulio Di Donna, DanieleLama) ha deciso di festeggiare questo grande traguardo con l’uscita di una compilation, in collaborazione con la Capitol/Sony, la Sunrise e il mensile XL.

Il Neapolis Festival rappresenta oggi un marchio importante all’interno del panorama musicale italiano ed internazionale, nonché un’impresa che gestisce – in house – tutte le attività promozionali, di managing, booking e di produzione esecutiva.
Il successo e la professionalità hanno contraddistinto l’evento su scala internazionale grazie anche alla capacità di accogliere gli artisti con amore e passione facendoli esibire sempre in splendidi cornici che la città di Napoli ha offerto nelle sue diverse location.

Il Neapolis Festival è un’offerta turistica e di entertainment di qualità, un progetto attivo tutto l’anno in connessione con i media e players della scena musicale italiana, quindi il Festival non è solo luogo di spettacolo e di grandi performances ma anche punto di incontro ufficiale della “comunità musicale” di tutta l’area Sud a cui riserva spazi, strutture, una platea fortemente motivata e un amplificazione mediatica di rilievo.

dalla rivista XL

Dai complimenti di Vasco al ritorno a Bagnoli:
il festival partenopeo ha compiuto 15 anni. E noi gli rendiamo omaggio con i ricordi e i progetti del suo creatore e con una compilation in esclusiva per voi.

Se la modernità di un festival si misura per gradi di contaminazione, il Neapolis è uno dei più moderni d’Europa.
E la compilation in edicola con XL (9.90 compreso il prezzo di copertina), che celebra i 15 anni di attività della manifestazione, è la prova di un sincretismo culturale capace di mettere insieme il grande rock internazionale (David Bowie, Patti Smith, Skunk Anansie, Iggy Pop & The Stooges, Carlos Santana, dEUS, Kasabian) e il meglio della nuova scena italiana, dal rock d’autore (24 Grana, Marlene Kuntz, Verdena, Daniele Silvestri) all’elettronica (Subsonica, Bluvertigo) fino all’hip hop velenoso e socialmente arrabbiato (99 Posse, Frankie HI-NRG, gli Almamegretta con Raiz). La musica che ha segnato i nostri ultimi 15 anni (tutti i 18 brani sono riproposti nelle versioni originali in studio) e che somiglia a una fotografia di gruppo, utile a capire il nostro tempo. Come cantano i 99 Posse in Cerco tiempo: «È il presente che mi sfugge dalle mani/ma io non mi sottraggo».

Il Neapolis Festival ha totalizzato non meno di 16.000 presenze ad edizione, una cifra con un trend sempre crescente. Il Festival, ormai tra gli appuntamenti più attesi della stagione estiva dei grandi eventi rock italiani, conta già dalla sua prima edizione (1997) grandi numeri: 40.000 spettatori in tre giorni, due palchi e una discoteca, 28 band con 214 musicisti, per un totale di 27 ore di musica dal vivo. Dalla terza edizione i numeri si fanno importanti: 6 giorni per 50 ore complessive di musica live, eseguite da 41 band, con un totale di 100 mila spettatori. Nella sesta edizione (2002) la sola presenza di Jamiroquai porta un’affluenza di 15000 persone. Nel 2004 Vasco Rossi fa registrare uno Stadio San Paolo esaurito con più di 80.000 persone.

Il Neapolis è un evento giovane e non solo, e visto il taglio interculturale dell’evento e l’eterogeneità dell’offerta musicale intercetta trasversalmente un pubblico molto ampio.

La compilation Neapolis Festival avrà una doppia pubblicazione con due metodi di distribuzione: un primo assaggio sarà disponibile in allegato al mensile XL in uscita il 31 Agosto 2011 con un cd di 18 tracce. Mentre, a partire dal 6 Settembre 2011 la versione doppia, con ben 30 tracce, sarà disponibile in tutti i migliori negozi di dischi.

In elenco gli artisti e i gruppi che hanno partecipato alle quindici edizioni del festival, nonostante la vasta scelta è stata durissimo selezionare solo alcuni dei nomi ospitati dall’evento. Nella raccolta sono presenti brani storici in versione originale e interpretati durante la partecipazione al festival napoletano. Questi i nomi che hanno formato le line-up di tutte le edizioni:

1997 David Bowie, Vasco Rossi, Litfiba, NOFx, 99 Posse, Edoardo Bennato, Mansun, Casinò Royale, Bisca, Timoria, Polar, Duncan Sheick, Mar dei Sargassi, Mao e la Rivoluzione, Lula, No Domo, Ong, Speaker Cenzou, Bala Perdida, Core, Rosso Maltese, 24 Grana, Voci Atroci, Matrilineare, Estasia, Ginevra Di Marco, Divine, MiraSpinosa, Xangò. 1998 Rancid, Deep Purple, Ustmamò, Primus, Prozac+, Frankie Hi-Nrg, Gamma Ray, Asian Dub Foundation, Marlene Kuntz, Modena City Ramblers, Agricantus, Mao, Subsonica, Mau Mau, Madreblu, 24 Grana, De Glaen, Bala Perdida, Scisma, Tre Allegri Ragazzi Morti, ‘E Zezi, Estra, Coda, Lemonkillers, Sweepers, Les Rythmes Digitales, e le band emergenti di Destinazione Neapolis 1999 Aerosmith, Lenny Kravitz, Jethro Tull, Carmen Consoli, The Black Crowes, Max Gazzè, Gianna Nannini, Creed, PFM, Cree Summer, The Wailers, Linton Kwesi Johnson, Osanna, Subsonica, Afterhours, Madaski, La Crus, Negrita, Africa Unite, Bisca, Elettrojoyce, Bloque, Narcolexia, Ritmo Tribale, Denzoe, Venus, Ottavo Padiglione, Timoria, Interno 17, (P)itch, Jovine, Quintorigo, e le band emergenti di Destinazione Neapolis. 2000 Max Gazzè, Ziggy Marley, Tiromancino, Company Segundo, Almamegretta, Manu Chao, Pino Daniele, Tre allegri ragazzi morti, Macao, Roy Paci, Junkie XL, Sergent Garcia, Kashmir, Paolo Martella, Prozac +, Elisa, Chumbawamba, Carmen Consoli, C.S.I., Sette- vit, Delta V, Polina, Orishas, Beppe Barra, Vinicio Capossela, Chattanooga, Tonino Carotone, Peppino di Capri, Ray Gelato, Malavita Funk, Napoli Centrale con James Senese, Parto delle Nuvole Pesanti, Shampoo, Spaccanapoli, Compay Segundo. 2001 Eros Ramazzotti, Pino Daniele, Muse, Elisa, Marlene Kuntz, Elisa, Tiromancino, Bandabardò, 99 Posse,  24 Grana, Codice 22. 2002 Zucchero, Jamiroquai, Planet Funk, Tricarico, Youssou N’Dour, Enzo Avitabile & Master drummers of Bottari, Rosso, Emiblues, Nello Daniele, Liolà, Bakano, Meskalina, Malatja, le Baccanti, Luca Nesti, Savonardo.
2003 Massive Attack, R.E.M., Patti Smith, Carmen Consoli, Sparklehorse, Feeder, Giardini di Mirò, I Benzina, Yuppy Flu, Paola Turci, Lali Puna, Bellini, Perturbazione. 2004 Vasco Rossi, Peter Gabriel, David Byrne, Air, Ben Harper, The Cure, Arab Strap, Mono, Trans Am, Zen Circus, Mirsie, One Dimensional Man, Candies, Marta Sui Tubi, Veracruz 2005 Kraftwerk, Nick Cave, Tori Amos, Kasabian, Marlene Kuntz, Lcd Soundsystem, Resina, Nomeansno, Battles, Karate, Hood, Tom Mc Rae, Mouse on Mars, Piano Magic. 2006 Santana, Iggy Pop and The Stooges, Jovanotti, Robert Plant and The Strange Sensation, Deus, Eels, Roy Paci, Mondo Marcio, Fabri Fibra, Schnider TM, Tiga, Howie B, Athebustop, Baustelle, The Robocop Kraus, Tying Tiffany, dj Peedoo, Santos, Jolaurlo, Francesco di Bella, Atari, Jason Forrest, Mouse on Mars, Madox/Riva Starr, The Glimmers, Stoop, Fragment, Scaramouche, Califfo De Luxe, Alea. 2007 Franco Battiato, Tiromancino, I’m From Barcelona, Digitalism, The Horrors, White Rose Movement, The Holloways, 1990s, Whomadewho, Verdena, Negrita, Orange, Disco Drive, Atari, Epo, The Styles, Napoleons, I’ve killed the cat, Gentlemen’s Agreement, joeblow, ODR. 2008 REM, Elio e le storie tese, Massive Attack, Bluvertigo, Almamegretta feat. Raiz, Baustelle, Soulwax/2 Many Djs, The Editors, These New Puritans, Paranza Vibes 2009 The Prodigy,!!! (chk chk chk), Subsonica, Rinocerose, Juliette Lewis, Motel Connection, Marlene Kuntz, Daniele Silvestri, 2010 Fatboy Slim, Stereo MCs, Gang of Four, Carbon/Silicon, Milk White, Velvet, Does it offend you, yeah?, The Niro, Andy Fag & Realmen, Captain Swing, The Moring Benders. 2011 Mogwai, Skunk Anansie, Underworld, Crocodiles, Battles, 24 Grana, Songs For Ulan, Redroomdreamers, The Shak&Speares, Newyorknewyork, Hercules and love Affair, Battles, Architecture in Helsinki.

QUESTA LA TRACKLIST DEL CD SINGOLO IN ALLEGATO CON IL GIORNALE XL:

  1. Little Wonder – David Bowie
  2. Non C’è Tempo – 99 Posse
  3. Hey Cisco – Deep Purple
  4. Quelli Che Benpensano – Frankie HI-NRG MC
  5. Cose Che Non Ho – Subsonica
  6. Imaginaria   ‘O Saccio ‘O Ssaje – Almamegretta
  7. Glitter In Their Eyes – Patti Smith
  8. Club Foot – Kasabian
  9. Still Lost – Tom McRae
  10.  Search And Destroy   Iggy Pop Mix – Iggy & The Stooges
  11.  El Fuego – Santana
  12.  7 Days, 7 Weeks – dEUS
  13.  Caos – Verdena
  14.  Altre F.D.V. – Bluvertigo
  15.  Faccia Di Velluto – Daniele Silvestri
  16.  Cenere – 24 Grana
  17.  Tear The Place Up – Skunk Anansie
  18.  Un Piacere Speciale – Marlene Kuntz

A partire dal 6 settembre LA VERSIONE DOPPIO CD sarà disponibile in tutti i migliori negozi di dischi e la grande distribuzione come il circuito Fnac e Feltrinelli:

CD1

  1. Little Wonder – David Bowie
  2. Wide Open Space (Edit) – Mansun
  3. Hey Cisco – Deep Purple
  4. Little L – Jamiroquai
  5. Glitter In Their Eyes – Patti Smith
  6. Club Foot – Kasabian
  7. Daft Punk Is Playing At My House – LCD Soundsystem
  8. Still Lost – Tom McRae
  9. El Fuego – Santana
  10.  Search And Destroy   Iggy Pop Mix – Iggy & The Stooges
  11.  7 Days, 7 Weeks – dEUS
  12.  Glitter Hits – The Styles
  13.  Right Here, Right Now – Fatboy Slim
  14.  Tear The Place Up – Skunk Anansie
  15.  Scribble  (LP Version) – Underworld

CD 2

  1. Non C’è Tempo – 99 Posse
  2. Quelli Che Benpensano – Frankie HI-NRG MC
  3. Cose Che Non Ho – Subsonica
  4. Non E’ Per Sempre – Afterhours
  5. Imaginaria ‘O Saccio ‘O Ssaje – Almamegretta
  6. Il Mondo Visto Dallo Spazio – Delta V
  7. Mai Come Voi – Tre Allegri Ragazzi Morti
  8. Il Ballo di San Vito – Vinicio Capossela
  9. Parole Di Burro (Album Version) – Carmen Consoli
  10.  Caos – Verdena
  11.  Altre F.D.V. Radio Edit – Bluvertigo
  12.  Charlie Fa Surf – Baustelle
  13.  Faccia Di Velluto – Daniele Silvestri
  14.  Cenere – 24 Grana
  15.  Un Piacere Speciale – Marlene Kuntz
Pubblicato in News | Lascia un commento

24 GRANA

24 GRANA
Inizia da Ostia il tour estivo della band napoletana.
Le prime tappe passano per il rinomato Giffoni Film Festival, il Nuvolari festival di Cuneo, dal Carroponte di Milano e dal festival Voci dal Sud in provincia di Salerno con Afterhours, Verdena e Subsonica.
Capitanata da Francesco Di Bella la band torna a calcare i palchi di mezza Italia dopo lo straordinario sold-out in occasione dell’Anteprima Neapolis Festival 2011 presso l’Acciaieria Sonora di Bagnoli.

Di seguito il calendario aggiornato dei concerti confermati:
15/07 OSTIA (ROMA) @ Open Bar
17/07 GIFFONI VALLE PIANA (SA) @ Giffoni Film Festival
28/07 CUNEO @ Nuvolari Festival
29/07 SESTO S. GIOVANNI (MI) @ Carroponte
30/07 SAN’ARSENIO (SA) @ Voci del Sud Festival
nuova data 03/08 QUARTU SANT’ELENA (CA) @ Arena beach
05/08 SAN SEVERINO LUCANO (PZ) @ Pollino Music Festival
nuova data 13.08 CERVARO (FR) @ Notte Bianca
nuova data 16.08 FRANCAVILLA AL MARE (CH) @ Lalla Beach
17/08 BARDINETO (SV) @ Balla Coi Cinghiali
22/08 GALLIPOLI (LE) @ Parco Gondar
27/08 LAVELLO (PT) @ TBA
09/09 CASERTA @ CASERTA ROCK FESTIVAL
nuova data 10/09 BEINASCO (TO) @ Ritmi Urbani

http://www.24grana.it/
http://www.myspace.com/24grana

http://www.facebook.com/24grana

Da qualche giorno lo staff italiano di iTunes ha annuncitoa un’altra importante novità per il più grande aggregatore di musica liquida.
Nasce una sezione di musica Napoletana, una dedica alla cultura del nostro Paese. Dal remoto “Canto delle lavandaie del Vomero”, anno 1200 circa, all’aggressività dei 24 Grana, una playlist lunga otto secoli.
Per la band di Francesco Di Bella è un onore essere annoverati tra i protagonisti della nuova era della musica di Napoli.
Dal “classico” Roberto Murolo al più sanguigno Mario Merola, dal “maestro” del canto popolare Sergio Bruni allo “scugnizzo” Nino D’Angelo. La tradizione melodica vive anche nelle contaminazioni rock e dub delle band più giovani come, appunto, i 24 Grana.

Dopo la terza ristampa del CD “La Stessa Barca”, il 16 maggio è uscita la versione in vinile 180 Gr. in edizione limitata del nono album dei 24 Grana, edito da La Canzonetta/Sintesi3000 e distribuito da Self.
L’ellepì contiene un brano inedito dal titolo “Chiudo cu’ tte”.
Il disco è stato registrato durante il mese di agosto 2010 presso gli studi “Electrical Audio” di Chicago da Steve Albini (ingegnere del suono che non ha bisogno di presentazioni, già a lavoro con artisti come Nirvana, Pixies, PJ Harvey, Robert Plant, The Stooges, Mogwai, Gogol Bordello, Jon Spencer Blues Explosion, Motorpsycho, Wire e tantissimi altri), e masterizzato presso i Chicago Mastering Studios di Bob Weston. Un disco registrato interamente in analogico, praticamente in presa diretta, il cui intento principale è quello di “catturare” l’incredibile energia che da sempre i 24 Grana riescono a generare sul palco.
Un disco “senza fronzoli”, in cui è valorizzato al massimo, senza ausilio di “effetti speciali” di alcun tipo, il personalissimo sound della band, che contamina, in maniera eclettica e sempre sorprendente, influenze disparate: dalla new wave al dub, dal folk più classico e vicino alla tradizione all’immediatezza del rock’n’roll e del post-punk.

Pubblicato in News | Lascia un commento